VERSO UN PACKAGING DAVVERO SOSTENIBILE

packaging sostenibile
Il packaging, impiega un’enorme quantità di di carta e materiale plastico a livello globale. I dati confermano che il 50% della carta e il 40% della plastica prodotta ogni anno vengono utilizzate per imballaggi, che rappresentano globalmente il 36% dei rifiuti solidi urbani
Con il  report da titolo “The rise of reusable packaging”  l' Università di Utrecht  dimostra che la transizione verso un sistema di imballaggi riutilizzabili può portare a una riduzione di oltre 80% in emissioni di CO2 e 87% in meno di rifiuti di plastica.

UN PACKAGING RIUTILIZZABILE

Queste le tappe che i grandi brand si sono prefissati per ridurre l'inquinamento da imballaggi:

1) Eliminare gli imballaggi in plastica non necessari entro il 2025;

2) Passare dagli imballaggi monouso a quelli riutilizzabili entro il 2025

3) Rendere riciclabile o compostabile il 100% degli imballaggi in plastica entro il 2025

4) Stabilire un’ambiziosa percentuale di contenuto riciclato su tutti gli imballaggi in plastica utilizzati entro il 2025

Facile a dirsi, ma i progressi ad oggi sono stati molto limitati, riducendosi ad un solo 2% degli imballaggi totali dei brand firmatari del progetto. Speriamo quindi di non assistere ad un GREEN PACKAGING WASHING come già accaduto per Green Economy e Green Fashion: ovvero predicare bene ma razzolare maluccio.

LE ALTERNATIVE POSSIBILI

Eppure diversi progetti si sono già concretizzati anche in Europa.

La francese LivingPacket ha rafforzato ulteriormente il concetto del pacco “intelligente” con la creazione di una scatola pieghevole, “The box”, che è progettata per durare mille viaggi ed è dotata di un display che aggiorna le informazioni di spedizione.

Altro esempio virtuoso è la start-up finlandese RePack che noleggia imballaggi per e-commerce. Una volta che il consumatore riceve il prodotto, l’imballaggio, che viene fornito con un’etichetta di reso offerta da RePack, viene piegato e spedito in azienda tramite posta ordinaria.

 

CONSIGLI

MUTH Bags, oltre a utilizzare pellami già prodotti e rimasti invenduti per le sue collezioni, utilizza imballaggi in carta riciclata: le nostre scatole sono di ottima qualità e di solito molto voluminose. Consigliamo di non buttarle ma utilizzarle come contenitori nella propria casa o riutilizzarle per imballaggi futuri: cerchiamo di usare uno stesso imballaggio almeno due volte, specialmente adesso che la grande maggioranza dei nostri acquisti avviene on-line. Può sembrare una goccia nel mare ma rappresenta un grande risparmio se lo ri-proporzioniamo su scala globale.

SCOPRI DI PIU' SULLA NOSTRA FILOSOFIA

#muthnowaste #giovediblog #modaecosostenibile